martedì 10 gennaio 2017

Recensione libro "Una maschera sul cuore" di Simona Busto

Ciao a tutti! <3
Come state? E come stanno andando questi primi giorni del nuovo anno? Io sono sempre in casa col naso sui libri (sia quelli di scuola che quelli - per fortuna - che voglio leggere *^*).
Oggi, in questa piccola pausa dallo studio che mi sono presa, (perché altrimenti il mio cervello va in fumo o.O), sono qui per parlarvi di questo libro di cui l'autrice, che ringrazio, mi ha gentilmente fornito la copia digitale. Quindi, direi di cominciare senza altri indugi ;) (e... che bello! Due recensioni in due giorni! Sono fiera di me *^*).


Titolo: Una maschera sul cuore
Autore: Simona Busto
Editore: selfpublishing
Anno di pubblicazione: 2016
Pagine: 288
Prezzo: €2,99 (ebook); €11,00 (cartaceo) (QUI il link per poterlo acquistare su Amazon)
Genere: New adult

Trama: Christian Lobianco è un giovane attore italo-americano che sta vedendo la propria carriera giungere a un prematuro tracollo. Per ovviare al problema accetta un ruolo impegnativo e drammatico che potrebbe portarlo di nuovo sotto le luci della ribalta. Per spingerlo a entrare nel ruolo di un giovane operaio in tempo di crisi, il suo agente lo obbliga a recarsi a Milano, dove è meno facilmente riconoscibile, e rimboccarsi davvero le maniche nel reparto produttivo di una fabbrica.
Eva Castelli ha solo vent'anni, ma la vita l'ha già obbligata ad abbandonare qualsiasi sogno. Le resta una sola passione, quella per il canto, coltivata con fatica e sacrificio.
Entrambi indossano una maschera che cela sentimenti e aspirazioni. La passione che li infiamma sin dal primo sguardo minaccia di ridurre in cenere i travestimenti che li proteggono. Vale la pena scoprire il vero aspetto delle loro anime? Quando la maschera sarà svanita in una nuvola di fumo, scopriranno di potersi amare o resteranno delusi dalle reciproche fragilità? Nel grigio freddo della Milano invernale, due ragazzi impareranno a scoprirsi.

Recensione: Bene bene, qui si parla di New Adult gente e, strano ma vero, la recensione odierna sarà lievemente più corta delle altre (o almeno credo, ahahah ;)). Ma andiamo avanti, così vi faccio capire per benino ;). E, come ogni tanto mi capita di fare, vi ricordo che le mie recensioni esprimono semplicemente il mio punto di vista su un'opera e non vogliono in alcun modo essere offensive. Detto questo, direi di continuare :).
Partiamo dallo stile dell'autrice che, fin da subito, ho trovato molto scorrevole, caratterizzato da descrizioni ricorrenti e da dialoghi che, grazie al cielo, rispecchiano la quotidianità (mi è capitato di leggere, a volte, dialoghi che con la vita di tutti i giorni non hanno minimamente niente a che fare o.O - esperienza traumatica, che non auguro a nessuno).
Passando alla trama, devo ammettere che l'ho trovata poco originale, partendo dal fatto che, come molti NA, entrambi i protagonisti hanno i loro demoni derivati da diversi passati, passando poi alle peripezie che devono affrontare per stare insieme e poi il finale (troppo - secondo me) da favola. Nonostante queste piccole cose che mi hanno fatta storcere il naso, ho apprezzato molto lo stesso il romanticismo e alcuni cliché in cui mi sono imbattuta, non posso negarlo.
Parlando dei personaggi, invece, devo dire che, nonostante le descrizioni approfondite, li ho trovati piatti: non sono riuscita né ad immedesimarmi, né a capirli fino in fondo (il personaggio di Christian, in particolar modo, manca - secondo me - di un background solido o, per meglio dire, curato nei minimi particolari, al contrario di quello di Eva che si comprende molto bene). Non ho notato qualcosa che potesse dar loro un po' di spessore. Soprattutto, non sono riuscita a capire quell'amore che li ha stravolti. Un amore che... Mi ha lasciata un po' a desiderare. Mi spiego meglio.
I nostri due giovani sono attratti fin da subito a livello fisico. E fin qui va bene, la passione ci sta tutta, lo capisco benissimo. La cosa che frenata, in un certo senso, è il come entrambi siano arrivati a dirsi "Ti amo" senza conoscere a fondo l'altro. Perché, secondo me, da come sono andate le cose tra loro, i due ragazzi non hanno approfondito più di tanto la loro conoscenza. E questo ha fatto perdere qualche punto alla storia.
Per il resto, devo ammettere che è stata una lettura molto piacevole e, perché no, anche capace di risvegliare qualche sogno ad occhi aperti, che non fa male farne qualcuno ogni tanto ;).

Voto:

E con questo, la sottoscritta oggi conclude qui! Ci sentiamo presto e, come sempre, grazie di tutto!
Vi mando un abbraccio grandissimo! <3
Un bacione, Letizia <3

2 commenti:

  1. Grazie di cuore per il tempo dedicato a leggere il mio romanzo. <3
    Felice di essere ospite di questo bel blog.

    Simona

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a lei per avermene dato la possibilità!
      Un bacio! ♡

      Elimina