venerdì 23 settembre 2016

Recensione film "Your name."

Ciao a tutti!
Come state? Come stanno andando i primi giorni di scuola? E di università? Dai che domani è sabato, sinonimo di tante belle cose da fare in sanissima compagnia!
Ma passando al post di oggi, che dirvi? Mi sono vista questo film qualche giorno fa e, rimuginandoci un po' su, alla fine mi sono decisa a farne una recensione (tanto sclerata a dire il vero), pur di farvi conoscere questa piccola perla (perché sì, questo film è seriamente una perla e merita di essere visto u.u *^* - Letizia che già sclera non è una buona cosa, ma shhh).
Your name. (Kimi no Na wa. in giapponese) è un lungometraggio animato (io li ho sempre chiamati "film anime", non so perché, ahahah ;D) di genere fantasy / science fiction, scritto e diretto da Makoto Shinkai, uscito nelle sale il 3 luglio 2016, della durata di circa due ore (ben spese, secondo me ;)).


Trama: Mitsuha è una studentessa delle superiori che vive in una cittadina rurale immersa nel profondo delle montagne. Vive con la sorellina e la nonna, mentre suo padre, il sindaco del paese, non è quasi mai a casa. Mitsuha non ama il posto in cui vive e anela lo stile di vita di Tokyo, dove non è mai stata ma in cui spera di vivere in futuro. 
Taki, invece, è uno studente che vive nel centro di Tokyo che passa il tempo con i propri amici, lavorando part-time in un ristorante italiano e si interessa di architettura e belle arti.
Un giorno, Mitsuha ha un sogno in cui riveste la parte di un ragazzo che vive a Tokyo. Allo stesso modo, Taki sogna invece di essere una ragazza che abita in un piccolo paese di montagna che non ha mai visto prima.
Qual è il segreto che si cela dietro questi sogni?

Recensione: Bene... Direi che è meglio se comincio toccando i punti più tecnici di una recensione, così poi dopo posso passare allo sclero vero e proprio, ahahah ;).
Partendo dalla trama, devo ammettere che l'ho trovata davvero originale, anche se ho trovato l'inizio del film un po' lento e stancante da seguire (per i primi minuti, poi è andato tutto a gonfie vele! *^*). Voglio dire, non è da tutti i giorni imbattersi in una storia simile, perché in realtà i sogni che Taki e Mitsuha fannno sono reali!!! E i due protagonisti ogni tanto si ritrovano catapultati nella vita dell'altro, vivendone le esperienze e affezionandosi a persone diverse.
E già questo è un punto a favore, seguito immediatamente dalla qualità dei disegni (ottima, a mio parere), che sono nitidi e puliti, soprattutto quelli dei paesaggi (sia cittadini che rurali) che ogni volta mi hanno fatta rimanere a bocca aperta per lo stupore *^*.
Passando poi alla colonna sonora, l'ho trovata azzeccata per la maggior parte delle scene, perché per alcune (ma solo pochissime) credo ci sarebbero stati meglio altri tipi di melodie. Però, in linea generale, non posso dire che sia una brutta colonna sonora, tutt'altro! *^*
Giungendo infinite alla costruzione dei due personaggi principali, cosa aggiungere? Li ho trovati semplicemente meravigliosi *^* Un po' impacciati per certi versi, timidi per altri, parecchio testardi e coraggiosi oltre ogni limite. Non voglio dire che sono perfetti. Sono semplicemente due adolescenti, e si sa che l'adolescenza è il periodo della vita in cui si dà tutti se stessi, soprattutto per le cose a cui si tiene ;). Proprio come fanno Taki e Mitsuha.
E ora qui comincia lo sclero. Perché questo film è pieno di feels, non posso farci niente! Giuro, all'inizio ero quasi tentata di spegnere tutto e fare altro, poi però mi sono detta "Leti, continua, giusto per sapere a che cosa porterà il fatto che questi due poveri cristiani sono legati dai sogni che hanno"). E menomale che l'ho fatto! Perché pian piano questo film ci mostra come cose completamente inaspettate, possano alterare tutto quanto, facendoci quasi perdere ciò e/o chi si ama più di tutto il resto.
E' come se un qualcosa più grande avesse unito Taki e Mitsuha affinché si aiutino, in un modo che mai avrei creduto possibile. Perché nella seconda parte del film si assiste ad un susseguirsi di colpi di scena che portano a situazioni che nessuno, a inizio visione del film, potrebbe mai pensare.
Situazioni che portano Taki e Mitsuha a tirare fuori tutto il coraggio che hanno, per proteggere coloro che amano, per cambiare le cose. E alla fine le cose cambiano davvero, culminando in un finale che mi ha fatta sciogliere a furia di piangere (sì, devo proprio ammetterlo: mentre guardavo questo film, non ho fatto altro che piangere, perché questo è quel genere di film che si insinua dentro al cuore lentamente per poi farlo a brandelli in un secondo - e mamma mia che dolore che ho provato ad un certo punto! o.O credevo non poter andare avanti :/).
Ciò che lega Mitsuha e Taki è un sentimento che si sviluppa molto lentamente, nascondendosi abilmente agli occhi dei due protagonisti fino a che entrambi non si rendono conto che metterebbero in gioco tutto pur di salvare l'altro (e giuro, stavolta bisogna che prendiate questa frase in senso letterale). E loro due... Beh, loro due sono bellissimi, ed io sono davvero felice di come alla fine siano andate le cose *^* Non avrei potuto sopportare un finale diverso, perché entrambi si meritavano di essere felici, dopo tutto quello che hanno fatto u.u

Voto:

Lo consiglio a tutti! Guardatelo se non sapete che cosa fare, se cercavate qualcosa di nuovo, di diverso dal solito, se siete curiosi. Merita tutto!!!! *^* (e di nuovo, Letizia si perde in scleri con gli occhi che le luccicano per le lacrime).
Spero di avervi messo la pulce nell'orecchio ;), fatemi sapere che ne pensate, ci conto!!! <3
A presto carissimi!
Un bacione, Letizia <3

Nessun commento:

Posta un commento