venerdì 23 febbraio 2018

Recensione libro "Cenere sulla brughiera" di Francesca De Angelis

Ciao a tutti! <3
Oggi sono qui sul blog per proporvi la recensione di un libro che ho concluso giusto due sere fa ;). Prima di continuare, però, vorrei ringraziare l'autrice che mi ha gentilmente fornito una copia digitale dell'opera *^*. Detto questo, andiamo avanti con il post ;)!


Titolo: Cenere sulla brughiera
Autore: Francesca De Angelis
Editore: Arduino Sacco Editore
Data di pubblicazione: 1 settembre 2016
Pagine: 228
Prezzo: €17,90
Genere: Narrativa contemporanea

Trama: Catherine Barret è solo una bambina quando, assieme a sua zia Clarisse e sua nonna Mary, è costretta a lasciare le brughiere dello Yorkshire dove è cresciuta per trasferirsi negli USA. La nonna morirà e zia Clarisse si farà carico di lei. Ma quando anche alla zia viene diagnosticato un raro morbo, Cathy verrà affidata ai Finch, una famiglia snob che la maltratta in continuazione. Dopo la morte della zia, Cathy dovrà proteggere se stessa e il suo tormentato fidanzato Logan dalle spietate mire di John Cabol, un avvocato e un industriale che si rivelerà uno spietato assassino. Riuscirà a salvarsi?

Recensione: Sarò sincera: questa sarà una recensione abbastanza breve anche perché, di cose da dire, ne ho davvero poche e molto brevi (o almeno credo, ahahah ;). Come ogni tanto ricordo, le mie recensioni esprimono solamente il mio pensiero, e non vogliono in alcun modo offendere né l'autore, né l'opera, né coloro a cui l'opera è piaciuta.
Devo ammetterlo, quando ho iniziato a leggere questa storia, mi aspettavo di tutto, ma non la piega finale che avrebbero preso le cose o.O. Mi spiego meglio: all'inizio, questa storia può sembrare un retelling di Cenerentola (e non la vedo come una cosa negativa :)): la giovane che si ritrova presa di mira dalla matrigna e, al posto delle sorellastre, dai compagni di classe. Solo che poi, a un certo punto, le cose cambiano in modo drastico, dando un ritmo velocissimo alla storia, quasi sconvolgendola. Un passaggio forse brusco ma che, a parer mio, ha dato un bel po' di sapore a una storia che sarebbe potuta cadere in cliché.
Ciò che mi ha fatto storcere un po' il naso è stato il come le cose vengono descritte/raccontate: il tono con cui tutto è presentato è quello di una bambina. Solo che Cathy non è una studente delle elementari, è una liceale, un'adolescente. E, a mio parere, il punto di vista preso non rispecchia la mentalità da adolescenti. Lo vedo in linea con i riferimenti spesso presenti a proposito di creature magiche, di leggende e storie, ma non con l'età della protagonista.
Altra cosa che non ho particolarmente gradito è stato il fatto che i personaggi sono presentati in modo assoluto: o solo buoni, o solo cattivi, come nelle favole/fiabe. Non c'è una via di mezzo. Questo modo di rappresentare i vari personaggi è sicuramente in linea con il tono usato dall'autrice, solo che... Non mi ha conquistata particolarmente.
Come non mi hanno conquistata molto neppure i personaggi: li ho trovati stereotipati, con descrizioni del proprio carattere e delle situazioni che hanno vissuto e vivono che mi sono sembrate un po' piatte (con piatte intendo prive di un qualche spessore per la crescita dei personaggi) :/. E non avete idea di quanto mi sia dispiaciuto perché, in generale, la storia non è poi così male: si legge molto bene, è scorrevole e, spessissimo, mette addosso la voglia atroce di capire che cosa succederà a Cathy.
Mi aspettavo un po' di più da questa storia. Però nel complesso non è poi così male: a differenza di altre storie che ho letto nel corso degli anni, questa ha coerenza, dall'inizio alla fine, anche se con qualche scena un po' estrema a parer mio ;). Una coerenza che premio più che volentieri!

Voto:

Con questo, la sottoscritta vi saluta qui! Ci sentiamo al prossimo post!
Un bacione, Letizia <3

4 commenti:

  1. L'idea di base con il riferimento a Cenerentola sembra interessante, ma dopo aver letto la tua recensione non credo che questo romanzo faccia per me ... magari in futuro cambierò idea, ma per ora non lo vedo come una delle mie prossime letture 🙈

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara! <3
      Grazie mille per essere passata! *^*
      Ma no, non farti fermare dalla mia opinione! Chissà, magari a te potrebbe piacere ;).
      Un bacione! <3

      Elimina
  2. Questo libro è in fila tra quelli che aspettano la mia attenzione, la tua recensione mi ha messo timore, ho paura che non lo troverò gradevole ai miei occhi, purtoppo anch'io sono iper critica... cmq gli darò una possibilità
    Grazie per la recensione :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao tata! ♡
      Grazie a te per essere passata. E non preoccuparti per il mio parere, magari a te potrebbe piacere ;).
      Un bacio! ♡

      Elimina