venerdì 8 aprile 2016

Recensione anime "Diabolik Lovers" (stagione 1-2)

Ciao a tutti!
Che dire, ho appena finito di vedere l'ennesimo anime, e la cosa mi piace tanto tanto tanto *^* (lo so, forse dovrei darmi una calmata, ma è più forte di me!!!! *^*); soprattutto se riesco a trovare anime che mi piacciono e che mi catturano fino alla fine u.u. Quindi, bando alle ciance e partiamo, che ho una voglia matta di sclerare con voi *^*


Stagione 1
Titolo: Diabolik Lovers
Titolo originale: Diaborikku Ravazu
Genere: shojo, reverse harem, dark, fantasy, horror
Episodi: 12+1 OAV

Trama: Yui Komori, per volere del padre, si trasferisce alla magione dei Sakamaki. I propietari, sei giovani ragazzi, si rivelano essere vampiri, fratellastri tra loro, con lo stesso padre comune, ma con madri diverse (Reij e Shu nati da Beatrix; Ayato, Laito e Kanato nati da Cordelia; Subaru nato da Christa). Con il passare del tempo, si capisce che rapporto abbia Yui con i sei ragazzi (di cui pian piano si conoscerà la storia) ed il perché sia dovuta andare a vivere proprio con loro.


Stagione 2
Titolo: Diabolik Lover More, Blood
Titolo originale: Diaborikku Ravazu Moa, Buraddo
Genere: shojo, reverse harem, dark, fantasy, horror
Episodi: 12

Trama: Le vicende di Yui e la sua convivenza continuano con la solita routine, dopo che i primi misteri sono stati affrontati. Ben presto, però, la ragazza viene presa di mira da un nuovo gruppo di vampiri che la rapiscono e la portano alla magione della loro famiglia, i Mukami. I quattro nuovi vampiri (Ruki, Kou, Yuma e Azusa) hanno una storia diversa dai  Sakagami: non sono purosangue e hanno bisogno di Yui per un determinato obbiettivo da raggiungere, un obbiettivo che per questi quattro giovani significa tutto. A fine stagione, notiamo che, una volta risolti altri misteri, ne spuntano fuori altri.



Recensione: Partendo dall'ultima frase che ho scritto nella trama della seconda stagione... VOGLIO LA TERZA ADESSO, NON RIESCO AD ASPETTARE (riferimenti a Akagami no Shirayuki-hime puramente casuali *^*)!!!!!! Il problema è che ancora non hanno dato alcuna notizia certa. Il mio cuore intanto piange nella speranza di poter vedere come si evolverà la faccenda (necessito di questo anime più dell'aria, ma shhh, non ci penso, così sto meno male).
Tornando a noi, che dire? Il fatto che il cartone sia di genere fantasy, ha giocato molto a suo favore, soprattutto perché è reverse harem (ed io vado in brodo di giuggiole *^*). La trama di per sé è avvincente, coinvolgente, che porta lo spettatore a chiedersi perché i personaggi si comportino in un determinato modo, a domandarsi che cosa succederà nella puntata successiva. Tiene il fiato sospeso fino alla fine, ed i momenti di riso e lacrime non mancano (ho pianto, lo ammetto, MA AVEVO IL CUORE A PEZZI PER UN PERSONAGGIO, CHE ALTRO DOVEVO FARE?!).
La cosa che mi ha fatto un po' storcere il naso, è stato il fatto che Yui, anche se cerca di difendersi dai dieci vampiri (capite, DIECI FIGONI CHE LE RONZANO ATTORNO!!!! Se non è fortuna questa, non so cos'altro possa essere), alla fine si lascia sempre alla loro mercé, permette loro di agire come vogliono. Yui è un burattino, una bambola. E, se devo essere sincera, questo fatto non mi piace moltissimo, tutt'altro. Perché Yui sarebbe potuta essere un bellissimo personaggio, se solo non si fosse dimostrata maleducata (giuro, non ho incontrato un personaggio femminile più maleducato di lei, ed io sono una che sopporta tanto, quando si tratta di mancanza di educazione), incapace di dire di no a dieci vampiri (che ogni tre per due le bevono litri e litri di sangue - ed io continuo a chiedermi come faccia ad essere ancora viva), senza iniziativa come la classica piccolina che deve essere difesa ed accudita come un neonato. No, mi spiace, ma questo è un grandissimo NO. L'unica cosa positiva di Yui è il fatto che, nonostante tutto, si affeziona sia ai Sakamaki sia ai Mukami senza alcuna distinzione, vuole bene a tutti loro (e vorrei anche vedere, con tutto quel bel vedere! o.O). E, con lei, appare il dilemma: con chi shipparla? Gli unici adatti (a mio parere) sono Ayato Sakamaki e Ruki Mukami (personalmente, anche se Ayato è più bello e più passionale, credo che Ruki sia quello più adatto alla protagonista, poi - sicuramente - cambierò idea altre millanta volte, ma per adesso questa è l'idea che va per la maggiore).
A parte questa breve parentesi (che posso anche definire come qualcosa da non prendere neppure in considerazione, perché il personaggio di Yui non ha influenzato il mio amore immenso per l'anime), passiamo oltre ;).
Arrivo quindi ai nostri vampiri (sei nella prima stagione, DIECI nella seconda - il mio cuore impazzisce di gioia *^*). Non mi metto a descriverli uno per uno perché altrimenti ci impiegherei ORE (e sarebbero ore di sclero totale; uno sclero che preferisco risparmiarvi, fidatevi u.u).
Partiamo dai Sakamaki, i primi che si incontrano. Devo ammettere che ho avuto bisogno di qualche puntata prima di cominciare a capirli, poi alla fine mi sono affezionata a tutti, nessuno escluso (proprio come Yui). Sono ragazzi freddi; freddi, sprezzanti, scostanti, che vedono l'amore solo come possessione (riferimenti al giovane Johnathan Morgenstern di Shadowhunters puramente casuali). Questo è dovuto al fatto che, quando erano piccoli, non hanno ricevuto alcun tipo di amore dalle loro madri, che pretendevano da loro solo il massimo senza mai mostrare affetto. Gli unici che si salvano sono Christa e Subaro (l'amore mio nella prima stagione, seguito da Kou Mukami nella seconda; loro due sono i miei bambini!!!), divisi per cause più grandi di loro (mi hanno spezzato il cuore, ma non è per loro che ho pianto u.u). L'attitudine dei ragazzi comincia a cambiare mano mano che conoscono Yui e si lasciano influenzare da lei (in un certo senso): anche se non lo capiscono (o probabilmente, non vogliono ammetterlo neppure sotto tortura), si sono affezionati a Yui, e glielo dimostrano ognuno a loro modo, anche se continuano a considerarla principalmente come un oggetto a cui succhiare via sangue ogni volta che ne hanno l'opportunità.
La cosa è invece diversa per i ragazzi Mukami. Di loro, si sa che sono umani trasformati in vampiri e che si sono conosciuti in tenera età (e la persona che li ha cambiati resta un mistero - o almeno, io non l'ho capito :/). A differenza dei Sakamaki, i Mukami sono pazzeschi, ed io li ho amati tutti e quattro (soprattutto Kou *^*). Loro si comportano come una famiglia, si vogliono bene e si proteggono a vicenda (al contrario dei Sakamaki che non si rivolgono la parola se non è strettamente necessario). Anche nei confronti di Yui, benché la considerino una preda, una tassella del loro piano, si comportano in modo più civile (?) rispetto ai Sakamaki: la mordono ogni volta che vogliono, ma allo stesso tempo non impediscono di far nascere un'amicizia tutta particolare tra loro stessi e la ragazza. Ho amato con tutto il cuore questi quattro vampiri soprattutto per le storie che hanno alle spalle: storie fatte di solitudine completa (una solitudine ben diversa da quella dei Sakamaki). I Mukami provengono dalla povera gente, dal popolo, e sanno cosa vuol dire soffrire e stare male per più motivi che, a lungo andare, diventano troppo pesanti da reggere da soli. I Sakamaki sono invece nobili, ed hanno conosciuto dolori di tipo diverso che hanno anche affrontato in modo diverso (ogni vampiro Sakamaki si è chiuso nella sua bolla e non riesce ad uscirne, si isola dagli tutto e tutti).
Sì, decisamente è grazie ai Mukami se voglio continuare a vedere questo anime, che posso farci?! L'ho amato come pochi, e adesso non so come fare senza (sintesi: la mia vita non ha più senso o.O).
Questi sono i miei amori, devo farveli vedere *^*:

Subaru Sakamaki

Kou Mukami

Degne di nota sono anche le melodie usate come soundtrack; azzeccatissime sotto ogni punto di vista!!!! *^* (sclero male, malissimo).
Ovviamente, lo consiglio e straconsiglio, per chi è amante del genere e per chi vuole vedere qualcosa di diverso dal solito ;). Non potrei fare altro (a parte sclerare come una matta, ovviamente u.u)
Per oggi chiudo qui, ci sentiamo presto! E mi raccomando, non esitate a dirmi cosa ne pensate di ciò che scrivo/tratto/recensisco; non mordo mica nessuno io ;).
(P.s.: Sono stata al cinema questo fine settimana a vedere il film "Un bacio", QUI trovate la video recensione che ho fatto sul mio canale, buona visione! <3 ;))
Un bacione, Letizia <3

Il mio voto:


Social:
Facebook (pagina del blog e del canale): https://www.facebook.com/A-little-nerds-shelf-102076030190287/

4 commenti:

  1. Ciao! ^^
    Mi sa che i nostri pareri su questo anime saranno leggermente diversi... XD

    A me non è piaciuto. Ho appena finito di vedere la prima stagione + le prime 2 puntate della seconda, ma mi sono fermata qui.
    Mi piacciono gli anime horror (tra le altre cose!) e sono sempre alla ricerca di qualcosa da vedere, così mi sono imbattuta in questo... e me ne sono pentita! Ho finito la stagione 1 solo perché gli episodi sono molto brevi e volevo vedere dove andasse a parare; la 2^ l'ho iniziata per curiosità, per sapere se era sullo stesso tenore della 1^... ma non ce l'ho potuta fare.
    Yui è uno dei personaggi più stupidi che abbia mai visto, su questo penso siamo d'accordo (per curiosità, cosa trovi di "maleducato" in lei?). È praticamente uno zerbino, ma il meglio è che addirittura si preoccupa per i suoi aguzzini! Magari l'hanno appena morsa e/o trattata come una pezza da piedi, eppure lei è sempre lì imperterrita a chiedere "Stai bene?"... ma santo cielo, sono vampiri, cosa vuoi che gli succeda? E poi, anziché perdere tempo scappa, no?? Ti hanno appena detto che sarai una "sposa sacrificale", non so tu, ma a me non farebbe pensare a niente di buono!
    Per non dire poi che questa viene regolarmente "bevuta" in ogni puntata, anche più volte, e non fa una piega: è sempre fresca come una rosa, non grida mai di terrore, non sviene mai per la mancanza di sangue... e ovviamente non ha MAI segni di morsi sul corpo.

    Quanto alla seconda stagione, mi è bastato constatare che i 4 "nuovi" fratelli sono praticamente identici ai 6 "vecchi" come personalità - Ruki è indifferente come Shu, Kou è strafottente come Laito, Azusa è un pazzo maniaco come Kanato, e Yuma è autoritario come Ayato - per dire "basta, io mi fermo qui". Forse tu penserai che due puntate sono troppo poche per farsi un'idea, oppure che i protagonisti maschili non sono poi così simili gli uni agli altri; non so, a me hanno dato questa impressione. Ma è stato soprattutto il personaggio di Yui e le dinamiche con i vari fratelli a non avermi fatto apprezzare questo anime, penso. Ok che sono vampiri, ci sta che siano crudeli, ma il modo in cui trattano Yui, proprio come un pezzo di carne, è una delle cose che più mi hanno disturbato. E il fatto che lei sia una stupida senza rimedio è stata la ciliegina sulla torta!
    Salvo giusto il design generale e i dieci ragazzi, che obiettivamente sono molto fighi, questo sì. ;)

    (Sono stata un po' prolissa, ma ci tenevo a esprimere la mia opinione... cosa che sul mio blog, per ovvi motivi, non posso fare! ^^)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, e grazie mille per questo bel commento *^*
      Allora, maleducata perché, se ricordi come si comporta nella prima puntata, non è che sia stata poi tanto garbata (voglio dire, non ci si comporta come si è comportata lei con persone che non si conosce); per il resto concordo con te: è una stupida, e chi ne ha più ne metta u.u
      Nuuu, ti prego, non paragonare i miei adorati Mukami (i miei amori, i miei bambini *^*) a quegli stuidi dei Sakamaki (giuro, la seconda stagione vale la pena di vederla soprattutto per i miei amori *^*). Quindi, ti consiglio vivamente di andare avanti. Così almeno puoi continuare a sparare peste e corna sulla protagonista (a me diverte, a volte, ahahah ;)). I Mukami sono diversi dai Sakagami; dai loro un po' di tempo e sono sicura che potresti seriamente apprezzarli di più :3 *^*.
      Grazie per essere passata e a presto! <3

      Elimina
    2. Ci proverò ma non ti prometto niente. XD

      Elimina
    3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina